Il sogno di una città. La viaggiatrice e la città.




VIAGGIATRICE

Io non ho ricette per viaggiare. Perdermi, questo mi piace. E deviare. Inciampo in ogni dove.

Decidere la destinazione strada facendo. O stravolgerla. Non si può fare esperienza di troppe cose viaggiando; meglio concentrarsi su poco, concentrarsi su nulla.

E non avere aspettative.


CITTA’

Un buon viaggiatore non ha piani precisi e il suo scopo non è arrivare.

Lao Tse


VIAGGIATRICE

Un giorno spero, il successivo dispero. La speranza svanisce. Poi un giorno riappare. La seguo. Poi mi delude e così mi congedo da lei. Oh, è una rotazione, come in una giostra.

Come passeggiare su di una corda appesa a mezz’aria. Una corda che oscilla e traballa.

Solo che, stare sulla corda è vita, il resto è attesa


CITTA’

Non aspettare l’attesa. Cercala.


VIAGGIATRICE

Perché il tempo passa, è questo che intendi?


CITTA’

No, il tempo resta, siete voi che passate.


VIAGGIATRICE

Il viaggio è la mia attesa.


CITTA’

I viaggi sono i viaggiatori. Quello che vedete non è quello che vedete, ma quello che siete.

Fernando Pessoa

Se non ti prendi il tempo per guardare, non imparerai mai a vedere niente


VIAGGIATRICE

E’ anche un bene di consumo il viaggio.

E’ quel viaggiare “tutto compreso”.


CITTA’

Stupore. Meraviglia. Tutto compreso


VIAGGIATRICE

Esperienze ed emozioni a listino.


CITTA’

Bevande escluse.


VIAGGIATRICE

Sarcasmo inappropriato amica.


CITTA’

Suvvia, siamo donne di mondo. E questo è il mio pane quotidiano, quello del viaggiatore che deve mettere a tacere bisogni semplici, suggestioni a pacchetto e che deve immagazzinare ricordi standard, supportati da smisurate quantità di immagini convinto, talvolta, che le cattedrali siano state edificate per incentivare il turismo.

Io li conosco bene, non mi esaltano ma non li giudico. Non posso.


VIAGGIATRICE

Io ho la necessità di odori forti, di colori intensi, di un clima estremo, volti naturali, sguardi enigmatici, lingue indecifrabili e persone lontane per sentirmi altrove.

Persone diverse da me che mi aiutano a perdermi. A ritrovarmi.


CITTA’

Inquietudine…


VIAGGIATRICE

…necessaria. Frugalità, bagaglio leggero e ricerca di un rapporto quasi onirico con la paura.


(dialogo tratto dal reading IL SOGNO DI UNA CITTA' di Marco L. Zanchi, 2019)




1 visualizzazione