Nel mondo qui fuori.



Nel mondo qui fuori ci sono esperti che campano solo per dirmi che sono sano o malato,

felice o depresso; che appartengo ai mediocri o agli eccelsi, ai colto o agli ignoranti.

Nel mondo qui fuori mi suggeriscono se e quando viaggiare, cosa fare con il freddo o caldo e se sto bene oppure male.

E io, che faccio?

Nel mondo qui fuori alcuni pretendono di capire i miei sogni, altri mi proibiscono di sognare.

Taluni mi consigliano cosa comperare e cosa indossare, cosa mangiare e in che misura consumare, parlare e perfino comunicare.

E io, che faccio?

Nel mondo qui fuori si può vivere con poche parole, cinque colori e quattro accordi da replicare all’infinito. Tutto rigorosamente da acquistare.

E io, che faccio?

Nel mondo qui fuori tutto è semplificato, rapido e conciso.

“Dobbiamo chiudere, mi spieghi in due parole.”

Una battuta prima di chiudere.

Una battuta.

Ma non siamo sempre a teatro.

E io che faccio?

...

Io proprio non lo so.

Mi gioverebbe sentire una voce.

Una soltanto.

Ma che sia fuori dal coro. Che sieda dalla parte sbagliata.

Sul lato giusto.

0 visualizzazioni